Warning: Creating default object from empty value in /home/customer/www/paolisso.com/public_html/wp-content/themes/enfold/config-templatebuilder/avia-shortcodes/slideshow_layerslider/slideshow_layerslider.php on line 28
importanti – Studio Paolisso & Partners
Il servizio supporto di AteneoWeb riceve a volte segnalazioni di utenti che lamentano la mancata ricezione delle nostre newsletter o comunicazioni importanti. Suggeriamo alcuni semplici passaggi, prendendo come esempio il client web di Gmail, ma facilmente generalizzabili agli altri sistemi di posta elettronica.

Prima di entrare in dettaglio su come evitare che mail importanti ci sfuggano, chiariamo cosa sono e a cosa servono le cartelle "Posta in arrivo", "SPAM" e "Promozioni".


Posta in arrivo: in questa cartella vengono recapitati tutti i messaggi personali che è bene tenere in evidenza per non rischiare di perdere comunicazioni importanti
Promozioni: qui, sempre secondo le intenzioni di Gmail dovrebbero essere recapitati i messaggi non "personali", cioè promozionali o non espressamente inviati al destinatario.
SPAM: in questa cartella Google e gli altri client di posta dovrebbero mettere tutti i messaggi che l'utente non vorrebbe ricevere (secondo algoritimi di valutazione di Gmail) in parte influenzabili dall'utete


Il problema è che a volte, indipendemente dalla volontà dell'utente e dalle impostazioni degli algoritmi automatici di Gmail, qualche messaggio sfugge alle regole e viene spostato nella cartella SPAM, con il concreto rischio per l'utente di non essere... [continua sul sito]
Sono recentemente state pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea due importanti novità nel campo del regime Iva delle vendite a distanza:

la direttiva 2019/1995, pubblicata in Gazzetta ufficiale il 2 dicembre,  modifica la direttiva 2006/112/CE del Consiglio del 28 novembre 2006 per quanto riguarda le disposizioni relative alle vendite a distanza di beni e ad alcune cessioni nazionali di beni;
il regolamento di esecuzione del Consiglio del 21 novembre 2019, pubblicato in Gazzetta ufficiale il 4 dicembre 2019,  modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 282/2011, per quanto riguarda le cessioni di beni o le prestazioni di servizi che si svolgono su piattaforme elettroniche e i regimi speciali per gli operatori che prestano servizi a clienti finali, effettuano vendite a distanza di beni e alcune tipologie di cessioni nazionali di beni.

A decorrere dal 1° gennaio2021 nelle vendite a distanza di beni fino a 150 euro importati con spedizioni da territori o Paesi terzi e realizzate tramite un'interfaccia elettronica - un marketplace o un portale sul web - i beni dovranno essere considerati ricevuti e poi ceduti dalla piattaforma... [continua sul sito]