Avvicinandosi la scadenza del 1° gennaio 2020 per la certificazione dei corrispettivi in via telematica sorgono i primi interrogativi, si va a consultare il DM Finanze del 14 maggio 2019 e, di conseguenza, si va a rispolverare il D.P.R. 21 dicembre 1996 n. 696. Così viene fuori che sono esenti dall'obbligo le prestazioni rese da fumisti e quelle rese in forma itinerante da ciabattini, ombrellai e arrotini, mentre il ciabattino (che ripara e fa ciabatte e non è un calzolaio che produce e ripara anche scarpe, borse etc., tant'è che alla lettera u art. 2 del dpr 696 non si usa il termine ciabattino ma "riparazioni di calzature") che ha una sede stabile, oppure l'impagliatore di sedie, è esente solo se non si avvale di dipendenti o collaboratori; i materassai sono esenti dall'obbligo per le prestazioni di rifacimento di materassi presso l'abitazione dei clienti e a condizione che non abbiano dipendenti o collaboratori, mentre se "portano via il materasso" nel loro laboratorio sono soggetti ad emettere il documento commerciale (la cosa che mi preoccupa maggiormente è che se portano via il materasso mi tocca dormire sul divano).

I venditori ambulanti che cedono palloncini, piccola oggettistica per bambini, gelati, dolciumi, caldarroste, olive, sementi e affini, cartoline e souvenirs NON muniti di attrezzature motorizzate sono esenti: se hai il "triciclo" a pedali puoi vendere i gelati senza scontrino, se hai l' APE Piaggio... [continua sul sito]
Avvicinandosi la scadenza del 1° gennaio 2020 per la certificazione dei corrispettivi in via telematica sorgono i primi interrogativi, si va a consultare il DM Finanze del 14 maggio 2019 e, di conseguenza, si va a rispolverare il D.P.R. 21 dicembre 1996 n. 696. Così viene fuori che sono esenti dall'obbligo le prestazioni rese da fumisti e quelle rese in forma itinerante da ciabattini, ombrellai e arrotini, mentre il ciabattino (che ripara e fa ciabatte e non è un calzolaio che produce e ripara anche scarpe, borse etc., tant'è che alla lettera u art. 2 del dpr 696 non si usa il termine ciabattino ma "riparazioni di calzature") che ha una sede stabile, oppure l'impagliatore di sedie, è esente solo se non si avvale di dipendenti o collaboratori; i materassai sono esenti dall'obbligo per le prestazioni di rifacimento di materassi presso l'abitazione dei clienti e a condizione che non abbiano dipendenti o collaboratori, mentre se "portano via il materasso" nel loro laboratorio sono soggetti ad emettere il documento commerciale (la cosa che mi preoccupa maggiormente è che se portano via il materasso mi tocca dormire sul divano).

I venditori ambulanti che cedono palloncini, piccola oggettistica per bambini, gelati, dolciumi, caldarroste, olive, sementi e affini, cartoline e souvenirs NON muniti di attrezzature motorizzate sono esenti: se hai il "triciclo" a pedali puoi vendere i gelati senza scontrino, se hai l' APE Piaggio... [continua sul sito]